Correlazione certa fra cardiopatie e stress

Uno studio svedese dimostra una correlazione certa fra cardiopatie e stress.

Un rischio di scompenso cardiaco aumentato di quasi 700 volte entro il primo anno dalla diagnosi di un disturbo stress-correlato non può essere considerato un'opinione, né un dato aneddotico. Come non lo sono tutti gli altri risultati scaturiti da un vasto studio osservazionale condotto in Svezia e pubblicato su British Medical Journal. Il rischio di sviluppare una patologia cardiovascolare a seguito di un grave disturbo stress-correlato è particolarmente importante entro il primo anno dalla diagnosi e tra chi ha meno di 50 anni. il legame tra disturbi correlati ad un forte stress e malattie cardiovascolari è ormai dimostrato scientificamente.

Gli autori concludono dunque chele patologie da stress sono associate in maniera importante a diverse forme di patologie cardiovascolari e questo in modo indipendente dal contesto familiare, da una storia di disturbi somatici o psichiatrici e da eventuali comorbilità psichiatriche.
  
Questo studio, che dimostra come uno stress importante in risposta ad un trauma o a eventi significativi nella vita di un individuo si associ ad un rischio decisamente elevato di varie forme di patologie cardiovascolari. E questo in particolare a ridosso dell'evento che ha generato una grave reazione da stress, tipicamente entro il primo anno dalla diagnosi di disturbo stress-correlato. L'associazione sembra essere ancor più importante tra le fasce d'età al di sotto dei 50 anni.

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=72968&fr=n

« torna Indietro