Concluso lo studio sperimentale Key to Health di F.B.K.

Si è concluso presso La Fondazione Bruno Kessler lo studio sperimentale di promozione della salute sul lavoro denominato Key to Health , con la partecipazione e il sostegno, oltre a FBK,  di PAT, APSS e INAIL.

Con il contributo progettuale e sanitario del nostro Direttore dott. De Santa e del suo staff, 19 dipendenti della Fondazione sono stati arruolati in uno studio sperimentale che aveva l'obiettivo di testare, sotto il profilo organizzativo e dell'efficacia, un intervento di promozione della salute in ambito lavorativo.
I candidati sono stati selezionati con un questionario inviato a tutti i dipendenti per la raccolta di alcuni dati  utili per la definizione del loro rischio cardiovascolare e di diabete tipo 2.  Oltre a peso, altezza, circonferenza addominale e pressione arteriosa sono state raccolte informazioni sull'alimentazione e sull'attività fisica, sull'alcol, sul fumo e sulla qualità del sonno.

Fra coloro che hanno risposto, sono state selezionati 19 lavoratori (12 femmine e 7 maschi) che sono stati invitati alla seconda fase (Prevention) costituita da una visita medica, un esame elettrocardiografico, e un prelievo di sangue per la determinazione dei grassi e della glicemia. Sulla base di questi risultati, con ciascun partecipante sono stati fissati obiettivi di miglioramento nei sei mesi successivi con l'assistenza di un operatore sanitario esperto (APSS) per il loro raggiungimento attraverso vari colloqui.

Ai partecipanti è stato inoltre fornito:

  • un sistema per il controllo del movimento col quale è stato possibile misurare l'attività fisica
  • l'accesso all'applicazione TreCLifeStyle con la quale è stato registrato un diario alimentare;
  • la stessa applicazione dava dei consigli migliorativi della dieta sulla base dei dati inseriti

Dopo sei mesi, i partecipanti sono stati invitati ad una seconda visita medica e ad un nuovo prelievo di sangue.

Lo studio ha messo in evidenza una significativa riduzione del peso o della circonferenza addominale in oltre la metà dei partecipanti. Oltre due terzi ha aumentato stabilmente la sua attività fisica e ha modificato le sue abitudini alimentari. Tutti i partecipanti hanno manifestato un elevato gradimento della loro partecipazione allo studio.

« torna Indietro