Micotossine aerodisperse e lavoro

Contaminazioni consistenti da micotossine possono essere rinvenute nei cereali, semi oleaginosi, frutta fresca, secca ed essiccata, semi di cacao e caffè nonché in alcune spezie come il peperoncino, il pepe e lo zenzero.  Sono suscettibili di contaminazione anche i vari prodotti di trasformazione delle suddette materie prime (es. farine ad uso umano e animale).
Pertanto, maggiormente esposti a tali agenti di rischio risultano essere:  

  • i lavoratori delle industrie alimentari,
  • gli addetti alla coltivazione, raccolta, manipolazione o molitura di prodotti di origine vegetale, alle attività di stoccaggio presso silos e magazzini, al carico e scarico dei mezzi deputati al trasporto,
  • gli addetti alla produzione e distribuzione di mangimi animali,
  • gli addetti al trattamento e smaltimento di rifiuti,
  • i lavoratori coinvolti nelle attività di manutenzione di macchine per agricoltura, silvicoltura e zootecnia.

Per approfondimenti : https://www.inail.it/cs/internet/docs/alg-pubbl-esposizione-micotossine-aerodisperse.pdf

« torna Indietro