Novità per gli obblighi relativi alle emissioni in atmosfera

In data 1 aprile 2021 è stata inviata una comunicazione da parte dell'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente Settore autorizzazioni e controlli inerente l'emissione in atmosfera delle sostanze classificate come cancerogene (H350), mutagene (H340) e tossiche per la riproduzione (H360) nonché delle sostanze classificate come estremamente preoccupanti (SVCH).

Per sostanza s'intendono gli elementi chimici e i loro composti puri come indicato nella Sezione 3 delle relative Schede Dati di Sicurezza (le miscele o i preparati non rientrano quindi in tale classificazione).

Già in precedenza l'utilizzatore di tali sostanze, in linea generale, doveva valutarne la sostituzione con altre non classificate (ovvero meno pericolose) oppure, in alternativa, ridurne o limitarne l'uso.

Ora tali soggetti, hanno l'obbligo di analizzare la disponibilità di alternative, considerano i rischi e valutano la fattibilità tecnica ed economica della sostituzione delle predette sostanze, compilando ed inviando una relazione tecnica all'autorità competente.

Quando va trasmettere la relazione tecnica?

  • Il 28 agosto 2021 è il termine massimo per i gestori che, alla data odierna, stanno utilizzando una o più sostanze classificate come in precedenza.
  • Nel caso in cui la sostanza, a seguito di un cambio della classificazione rientri nelle categorie di cui sopra, il gestore presenta entro 3 anni dalla modifica una domanda di autorizzazione volta all'adeguamento alle disposizioni, allegando alla stessa anche la relazione tecnica.
  • Successivamente ogni 5 anni a decorrere dalla data di rilascio o di rinnovo dell'autorizzazione.

Chiediamo ai nostri clienti di verificare l'eventuale utilizzo e/o presenza di dette sostanze nei propri cicli produttivi.

Qualora se ne riscontri la presenza, nelle materie prime o come sottoprodotti, contattateci scrivendo al Dott. Andrea Balduzzi (andrea.balduzzi@prosalute.net) oppure al numero di telefono 0461/912765 al fine di coadiuvarvi alla stesura della relazione prevista.

Si fa presente che gli stabilimenti già autorizzati, in cui vengono utilizzati nei cicli produttivi da cui originano le emissioni, le sostanze richiamate non possono avvalersi delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera in via generale e pertanto devono presentare una nuova domanda di autorizzazione.

« torna Indietro