RIFIUTI – novità per SISTRI, MUD, registri e formulari di trasporto

La Legge di Bilancio n. 205 del 27 dicembre 2017, entrata in vigore i 1 gennaio 2018, porta diverse novità anche in campo ambientale.
Ad esempio il comma 1135 all’interno del D.Lgs.152/06 introduce l’Art. 194-bis (Semplificazione del procedimento di tracciabilità dei rifiuti e per il recupero dei contributi dovuti per il SISTRI) prescrivendo che:

  • gli adempimenti relativi alle modalità di compilazione e tenuta del registro di carico e scarico e del formulario di trasporto dei rifiuti possono essere effettuati in formato digitale mediante l’utilizzo di specifici software di gestione;
  • è consentita la trasmissione della quarta copia del formulario di trasporto dei rifiuti anche mediante posta elettronica certificata.

Inoltre al comma 1134 la legge di Bilancio proroga al 31 dicembre 2018 il SISTRI con la sospensione delle sanzioni operative per mancato od errato utilizzo. Permane l’obbligo di8 iscrizione per i soggetti obbligati e rimane invariato al 30 aprile 2018 il termine per il pagamento del contributo annuale SISTRI.

Il DPCM 28 dicembre 2017 approva un nuovo MUD modello di dichiarazione ambientale per l’anno 2018 (relativo alla produzione/gestione di rifiuti nel 2017) con l’introduzione di una nuova modulistica e relative nuove istruzioni per la compilazione. Rimangono invariati i soggetti obbligati e il termine per la presentazione telematica entro il 30 aprile 2018.

« torna Indietro